A un anno dal lancio, il 10% dei docenti italiani della scuola secondaria si è registrato a WeSchool, che si posiziona così come quarta piattaforma di didattica digitale in Italia per diffusione. Lo ha annunciato oggi il Corriere della Sera con un articolo nella versione cartacea.

In 12 mesi WeSchool è diventata una delle piattaforme di didattica digitale più utilizzata dagli insegnanti italiani. Sono infatti oltre 49.000 i docenti che hanno creato un account su WeSchool e hanno così iniziato a fare didattica digitale con i propri studenti.

Dopo Oilproject, la più grande scuola digitale in Italia con 2 milioni di studenti che ogni mese navigano tra gli oltre 8.000 contenuti didattici divisi per argomenti, il lancio di WeSchool ha offerto ai docenti uno strumento semplice ed efficace per portare la classe online.

WeSchool non è solo una piattaforma per la didattica a distanza: con WeSchool è possibile reinventare anche la formazione in presenza creando esperienze d’aula coinvolgenti. In un’unica piattaforma, dal design lineare e colorato e un’interfaccia semplice pensata anche per i Prof meno smanettoni, i docenti possono integrare qualsiasi contenuto in un unico ambiente e dar vita a una lezione coinvolgente ed estremamente interessante per gli studenti.

Se non sei ancora iscritto puoi farlo, in 2 minuti, qui!

Comments are closed.